Ritratto di un matrimonio on line

Ritratto di un matrimonio on line

Matrimonio on line: sposarsi nel cyber mondo è diventata una realtà.

Le relazioni a distanza funzionano meglio ed essere amanti part time è stimolante, poco vincolante ed economico.

E poi: se mi lasci ti cancello … a colpi di click, però!

Viviamo le nostre vite immersi nello schermo di un pc, in un mondo interattivo  dove non esistono più distanze né contraddizioni.

E la rete diventa il luogo/non luogo ove poter fare tutto quello che vogliamo, anche celebrare il nostro matrimonio.

Si perderà un po’ di magia e di emozione, ma la nuova tendenza del  wedding skype, il matrimonio on line,  sta prendendo piede anche in Italia.

(altro…)

Le spose migranti

Le spose migranti

FamigliaBlog questa settimana va a Singapore per regalarvi l’opportunità di approcciare i nuovi fenomeni sociali del mondo orientale.

Parliamo delle Migrant Brides: le Spose Migranti.

Con tale espressione ci si riferisce ad un numero crescente di donne asiatiche provenienti da paesi in via di sviluppo, che emigrano a Singapore con il solo obiettivo di sposarsi.

Si tratta di una vera e propria emigrazione matrimoniale finalizzata esclusivamente a soddisfare i ruoli riproduttivi familiari, non avendo queste donne un livello di istruzione e di reddito tale da consentire loro di entrare nel Paese attraverso i canali convenzionali.

Le aspiranti Spose entrano a Singapore attraverso apposite agenzie matrimoniali, mediante intermediari sociali o come lavoratrici domestiche temporanee.

(altro…)

Buon Compleanno FamigliaBlog!

Buon Compleanno FamigliaBlog!

FamigliaBlog compie un anno di vita.

Le problematiche affrontate da Famigliablog sono state molte, dalle più classiche e scontate come le questioni di separazioni, divorzio ed affidamento dei figli minori, a quelle più particolari e poco conosciute come la Kafalah e l’affido etero famigliare.

Il nostro obiettivo è sempre stato quello di creare uno spazio in cui il diritto di famiglia possa diventare comprensibile e conoscibile a tutti coloro che vorranno dedicarci cinque minuti a settimana del loro tempo, per diventare nostri lettori abituali.

Conoscere è il primo passo verso una soluzione.

(altro…)

Family in progress – La Kafalah e la difficile integrazione con il nostro diritto

Family in progress – La Kafalah e la difficile integrazione con il nostro diritto

Più di venti milioni di mussulmani risiedono, attualmente, nel vecchio continente.

Questo numero non ci permette di rimanere indifferenti alle loro usanze, abitudini, concezioni religiose e normative.

Ma come si può governare il processo di integrazione tra popoli e nello stesso tempo salvaguardarne le identità culturali?

Un buon metodo è senz’altro quello di conoscere e tener conto della cultura e della visione del mondo dei diversi gruppi etnici minoritari presenti nel nostro territorio e iniziare a dialogare con loro.

Ad esempio, conoscere che per la concezione islamica la famiglia è considerata una istituzione di origine divina e che i vincoli di filiazione rappresentano l’espressione della volontà di Dio, ci fa capire perché nella loro cultura non esiste l’istituto della adozione che costituisce la conseguenza immediata del divieto per l’uomo di costituire famiglie artificiali.

Il buon musulmano, però, si occupa dei bisognosi e degli orfani utilizzando uno strumento giuridico che permette di offrire protezione ai minori in stato di bisogno, senza infrangere alcuna norma di diritto divino.

Questo strumento giuridico si chiama Kafalah.

Ed è traducibile nella nostra lingua con il termine  “tutela “ e “garanzia” e non con il termine “adozione”.

(altro…)

Family in progress – Una famiglia per crescere

Family in progress – Una famiglia per crescere

“I bambini imparano ciò che vivono. Se un bambino vive con la sicurezza, impara ad avere fiducia in se stesso e in coloro che lo circondano”, scrive Dorothy Law Nolte.

Ogni bambino ha diritto di crescere e di essere educato nell’ambito della propria famiglia, ma non tutti i bambini hanno il privilegio di avere dei genitori accudenti ed in grado di adempiere ai propri obblighi.

Spesso, in questi casi, si ricorre al cosiddetto affido eterofamiliare, all’aiuto di una famiglia affidataria o ad una famiglia solidale o d’appoggio.

Diventare famiglia affidataria significa avere un progetto di genitorialità sociale.

Diventare famiglia affidataria significa assumere un ruolo di cura e tutela delle future generazioni, anche se non appartenenti al proprio nucleo familiare.

La legge n. 184/1983 regola l’affido eterofamiliare, definendolo un intervento idoneo a garantire al minore tutte le cure, gli affetti e le tutele necessarie quando la famiglia di origine si trovi nella temporanea incapacità o impossibilità di farlo.

(altro…)

Il re è nudo

Il re è nudo

Non si tratta di una favola per bambini, ma è il titolo di una campagna di sensibilizzazione ed informazione promossa da Greenpeace per denunciare la concentrazione di sostanze tossiche (nonilfenoli etossilati – NPEs) in alcuni capi di abbigliamento di lusso etichettati con il marchio Made in Italy.

Solo con l’informazione diventiamo cittadini consapevoli e capaci di decidere.

Per questo motivo la redazione di FamigliaBlog ha deciso di accogliere l’invito di Greenpeace a pubblicizzare la infografica realizzata che illustra la campagna internazionale intitolata “I vestiti nuovi dell’imperatore”: «Il re è nudo».

Il re non è un uomo ricco e sciocco, ma un accorto bambino che rifiuta di indossare capi di alta moda apparentemente straordinari, in realtà infestati da sostanze tossiche.

Greenpeace da voce ad un bambino affinchè con la sua innocenza e sincerità sia da stimolo per i suoi genitori a vivere in un mondo più sano e pulito, indossando abiti alla moda privi di sostanze tossiche.

Qui di seguito vi invitiamo a leggere il rapporto Greenpeace. 

(altro…)