3 agosto 2018 Avv. Francesca Forani

Maggiorenne convivente con genitore separato o divorziato: chi ha diritto al mantenimento?

A chi deve essere versato l’assegno di mantenimento in caso di separazione e divorzio, al figlio maggiorenne non ancora indipendente o al genitore convivente?

Domanda da un milione di dollari!

Spesso il genitore  separato o divorziato che deve mantenere il figlio maggiorenne economicamente non autosufficiente e convivente con l’altro genitore, preferisce versare il mantenimento direttamente al proprio figlio anziché all’ ex coniuge.

Ma è corretto procedere in questo modo?

La risposta è affermativa, se il figlio maggiorenne fa una richiesta esplicita con una specifica domanda – istanza.

Sia il figlio, infatti, che il genitore convivente, sono entrambi titolari del diritto a ricevere il contributo dell’altro genitore alle spese necessarie per il mantenimento.

Ce lo spiega bene la  Cassazione  nell’ordinanza n. 18008 del 9  luglio 2018.

Sia il figlio non economicamente autosufficiente che il coniuge separato sono titolari di diritti autonomi, benché concorrenti: il figlio è titolare del diritto al mantenimento, il genitore convivente è titolare del diritto a ricevere il contributo dell’altro genitore alle spese necessarie per il mantenimento del figlio medesimo cui di fatto provvede.

Quindi, il genitore obbligato a versare l’assegno di mantenimento non può decidere in modo autonomo se adempiere  nei confronti dell’altro genitore ovvero nei confronti del figlio maggiore di età  in assenza di una espressa istanza in tal senso da parte del figlio stesso.

La scelta spetta al figlio ed al genitore accettare.

Niente di personale!

 

, , ,