10 aprile 2018 Avv. Francesca Forani

Assegno di mantenimento: carcere e multa per genitori inadempienti, ma solo se ex coniugati

L’omesso versamento dell’assegno di mantenimento non sempre è reato! Solo il genitore ex-coniugato potrà commetterlo.

Questo, in estrema sintesi, ciò che dispone il nuovo art. 570 bis del codice penale introdotto dal decreto legislativo n. 21 del 2018 ed entrato in vigore ieri 6 aprile riguardo all’ assegno di mantenimento.

assegno di mantenimento ex coniuge art. 570 bisL’art. 570 bis, infatti, punisce con le stesse pene previste per il reato di violazione degli obblighi di assistenza familiare (fino ad un anno di reclusione e multa fino a milletrentadue euro)

«il coniuge che si sottrae all’obbligo di corresponsione di ogni tipologia di assegno dovuto in caso di scioglimento, di cessazione degli effetti civili o di nullità del matrimonio ovvero viola gli obblighi di natura economica in materia di separazione dei coniugi e di affidamento condiviso dei figli.»

Con questa norma, da un lato si amplia la tutela legale in quanto il reato verrà commesso non solo da chi fa mancare i mezzi di sussistenza ( l’essenziale per vivere),  ma anche da chi ometta di versare l’assegno di mantenimento, dall’altro lato, però, viene sanzionato solamente il mancato pagamento dell’assegno per il mantenimento dei figli di genitori ex-coniugati.

La differenza non è di esigua importanza se si riflette che l’inadempimento di un genitore ex-coniugato integrerà sempre un reato penale, l’inadempimento, invece, di un genitore non coniugato ed ex-convivente, dovrà essere oggetto di accertamento giudiziale e sarà sanzionato solo se determinerà nell’avente diritto un reale stato di bisogno, venendo a mancare per effetto di tale inadempimento i mezzi necessari di sussistenza.

Per la punibilità del genitore ex-convivente dovranno sussistere, cioè, i più complessi requisiti previsti dal vecchio art. 570 del codice penale.

Il giudice trattandosi di norma penale non potrà applicare il criterio dell’analogia.

Ed allora? Si sono create per legge diverse tipologie di padre?

L’unica cosa certa, al momento, è che la norma di legge non è applicabile alla mancata corresponsione dell’assegno a favore dei figli nati fuori dal matrimonio.

, ,