15 marzo 2016 Elisabetta De Santis

Colpo basso alla suocera: la casa coniugale in comodato rimane alla nuora anche dopo la separazione

Ecco un boccone veramente amaro per la suocera che vorrebbe “liberarsi” della nuora dopo la separazione dal figlio.

La Cassazione  stabilisce  (sentenza n. 1666/2016) che resta alla nuora la casa concessa in comodato gratuito dalla suocera al figlio se l’immobile è destinato a casa familiare.

Alla suocera che chiede il rilascio dell’appartamento dato in comodato al figlio al momento del matrimonio,  viene negata la restituzione dell’immobile che era stato assegnato in sede di separazione alla moglie ed ai figli.

suocera

Ciò perché il comodato, in questo caso, è diretto a soddisfare le esigenze abitative della famiglia indipendentemente dall’insorgere di una crisi coniugale.

La suocera-proprietaria, pertanto, non potrà richiedere in qualsiasi momento la restituzione dell’immobile, se non nel caso in cui sopravvenga un urgente ed imprevisto bisogno.

La destinazione ad abitazione familiare dell’immobile non è, infatti, compatibile con un utilizzo caratterizzato dalla provvisorietà e dall’incertezza, che sono proprie del cosiddetto comodato precario.

Si è scritto così l’ennesimo capitolo dell’eterna partita fra suocera e nuora … nuora 1 – suocera 0, palla al centro!

, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *